30 gennaio 2018 ore 18:30
Appartamento LAGO via Brera 30 Milano
 

Cibo e Wellness:
le nuove frontiere della salute con l'alimentazione

Elena Piovanelli, Dietista
Francesca Romana Mezzadri, Giornalista
Marco Cuppini, Research and Communication Director GS1 Italy
Paola Cane, Direttrice dell'Osservatorio di VeganOK


Moderati da Anna Prandoni

È iniziato il 2018 e così anche il nuovo ciclo di incontri con #TavolaSpigolosa: ad inaugurare la nuova stagione ci hanno pensato Cibo e Wellness, temi affrontati martedì 30 gennaio nel suggestivo appartamento Lago, in via Brera a Milano.

Anna Prandoni, moderatrice degli interventi, dopo il consueto  "Spigolo" di Andrea W. Castellanza ha presentato gli ospiti a partire da Elena Piovanelli – dietista di professione – ponendo fin da subito una questione centrale: “Parlare di cibo ci fa stare meglio?” e soprattutto “Quanto se ne parla in maniera corretta?”.

“Di cibo se ne parla troppo, e male” afferma la Dott.ssa, perché – argomenta – non abbiamo saputo sfruttare correttamente i mezzi a disposizione per comunicare cosa realmente significhi alimentazione sana. Vogliamo davvero promuovere una cucina del benessere? Allora, quello che dovremmo avere bene in mente, è che la finalità di tale comunicazione dev’essere la salute della persona.

Gli invitati di Tavola Spigolosa del 30 gennaio

Elena Piovanelli, Dietista

Anna Prandoni e gli ospiti di Tavola Spigolosa

Sebbene le condizioni descritte sembrino essere delicate, siamo ancora in tempo per migliorare le premesse, facendo un passo indietro e ripartendo dalle basi. In particolare, un augurio per il futuro - come auspica la Dott.sa Piovanelli - è che diversi professionisti del settore condividano le loro competenze sui social, ormai diventate le nostre fonti quotidiane, al fine di diffondere un sapere differente, per sviluppare applicazioni o blog educativi, sfruttando coloro che sanno comunicare in modo efficace (chi meglio dei food bloggers?).

In altre parole, è fondamentale promuovere uno stile di vita piuttosto che continuare a dare visibilità a diete diseducative e a notizie che facciano scalpore (il famigerato olio di palma è davvero un nemico da combattere?). Quello che sembra essere assodato è che le troppe informazioni veicolate oggi giorno – specialmente nel mare magnum della rete – hanno peggiorato il nostro rapporto con l’alimentazione, incentivando comportamenti “estremi” come l’ortoressia, l’ossessione psicologica per il mangiare sano. 

Francesca Romana Mezzadri, giornalista

Marco Cuppini, Dir. Centro Studi GS1 Italy

Il secondo ospite di Tavola Spigolosa, la giornalista Francesca Romana Mezzadri, ha risposto alla Dot.ssa Piovanelli sostenendo che il vero problema dell’alimentazione scritta oggigiorno è che nessuno si informa più veramente. Non solo – continua – il 99% delle informazioni sugli alimenti che circolano in rete sono confusionarie: non ci attendiamo più alle fonti tradizionalmente riconosciute come le enciclopedie, bensì diamo credibilità a tutto ciò che Google in termini di risultati ci restituisce, senza scrupolo alcuno.

La Tavola è proseguita poi con l’intervento di Marco Cuppini, Direttore Centro Studi e Comunicazione di GS1 Italy che ha presentato l’Osservatorio Immagino: un progetto capace di restituirci diversi dati interessanti, una “miniera informativa eccezionale”, così come Cuppini stesso lo definisce. Grazie, infatti, ad una ricerca condotta presso i consumatori italiani è emerso che tutti parlano di alimentazione creando – effettivamente - un eccessivo circolo di informazioni. Il consumatore italiano pur essendo cosciente di essere inesperto a riguardo – e questa è la deduzione più interessante - ha fame di sapere: senz’altro una potenziale opportunità da sfruttare per iniziare a veicolare concetti autentici che siano prima di tutto qualitativi, più che quantitativi. [GS1 è l’organismo internazionale che coordina la diffusione e la corretta implementazione dello standard GS1 - ndr].

Paola Cane, Osservatorio VeganOK

L’ultimo ospite ad intervenire è stato Paola Cane, Direttrice di VeganOk, Osservatorio nato circa due anni fa per affrontare il tema dei consumi vegani. Un trend certo – emerso dal dibattito - è che, oggi, il mercato vegano è in forte crescita, non riguardando soltanto i consumatori che si dichiarano vegani, ma registrando una presenza importante di consumatori convinti che la dieta vegana sia idonea per procurarsi più benessere e, dunque, salute.

 In linea con gli argomenti già discussi nella prima parte della serata, l’esperta argomenta quanto, in realtà, il mondo Vegan centri poco con il “wellness”. A confermarlo ci pensano anche le statistiche: ricerche in merito – infatti – dimostrano come il 73% dei casi di coloro che si dichiarano vegani sia mosso da una forte motivazione etica che si traduce nel rispetto della vita in qualsiasi forma e che è ben lungi dall’essere una scelta “salutistica”. Non solo, il vegano “autentico”, forte della sua convinzione morale, sarebbe – addirittura - disposto ad andare contro il proprio benessere: ciò sfata una grande, sbagliata, idea. Insomma, essere vegano significa fare una scelta di vita olistica e non seguire una moda sapientemente venduta come miracolosa, cosa che invece sembra incuriosire una sostanziale fetta di consumatori italiani.

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

CREDITS

Linda Turri - Organizzazione

Simone Bonaccorso - living twitting

Greta Pirola - articolo 

Yeleen Badona Monteiro - Instagram

Francesca Grigi - articolo 

Alessia Bernabei - foto e Instagram

Ilaria Bollati - per Appartamento LAGO

Segui Tavola Spigolosa nelle nostre risorse Social

Per avvicinarci alle conclusioni di quella che è stata una Tavola ricca di contenuti e spunti su cui riflettere, dovremmo dunque fare attenzione ai cosìddetti miraggi alimentari: se è vero che la super informazione genere mostri, è vero anche che i mezzi a nostra disposizione per poter cambiare le carte (...in tavola!) sono molti. Ci vuole più sapere, coltivato e fatto proprio da una precisa  ricerca. Per la serie diamo a Cesare quel che è di Cesare, restituiamo alla cultura del cibo quella verità forse persa tra le righe della rete, delle mode e dell’influent marketing, prima che sia troppo tardi.

Lo "Spigolo" della serata, come di consuetudine, è stato introdotto da Andrea W. Castellanza in un video girato tra gli scorci del Castello Visconteo di Legnano. Un tema caldo - quello delle nuove frontiere della salute con l’alimentazione -, un tema che inevitabilmente sfata molti dei miti legati al cibo e affronta la delicata questione delle fake news. Sembra infatti che troppe false credenze siano diventate ormai i comandamenti – erronei - di una nuova alimentazione che sempre di più ci contraddistingue per quello che non mangiamo, oltre che renderci prigionieri di tanti luoghi comuni sul cibo.  

Il fotoracconto della serata

La seconda parte della serata ha visto protagonisti Salumi Pasini e un piccolo corner Vegan.

Potete trovare qui  o nella sezione "Per le Aziende" i contenuti della presentazione e della degustazione di Salumi Pasini

La degustazione

La Tavola Spigolosa si è tenuta da Appartamento LAGO via Brera 30 a Milano

 

Tavola Spigolosa ancora una volta tra i Top Trend di Twitter al numero 2!

Grazie al team di TS e alla copertura della squadra della Buisness School de il sole 24 Ore.

La diretta FB su 1ricettalgiorno ha avuto circa 1000 spettatori.

IMG_20180130_195952